Sostenibilità

Sostenibilità

Nel 1987 la commissione Brundtland definì la sostenibilità come segue: “[...] far sì che esso [lo sviluppo] soddisfi i bisogni dell'attuale generazione senza compromettere la capacità di quelle future di rispondere alle loro”.

In linea con la concezione attuale, questa definizione abbraccia gli aspetti ambientali, sociali ed economici delle attività umane all'interno di un contesto globale. Tra gli aspetti ambientali è possibile ad esempio considerare l'efficienza nello sfruttamento delle risorse primarie e non solo, l'inquinamento, i rifiuti e il riciclaggio. I fattori sociali riguardano ad esempio il benessere dei lavoratori, la salute e la sicurezza, il contributo offerto alla società in senso lato, la cittadinanza d'impresa e la redditività dell'azienda nel lungo periodo. Gli aspetti economici sono riassumibili in termini di redditività, efficienza, valore aggiunto per le parti interessate e utile sul capitale investito

 

Dimensioni ed esempi di sostenibilità

Materiali e soluzioni Paroc

Siamo strenuamente impegnati a collimare con la massima precisione lo sviluppo delle soluzioni alle istanze di sostenibilità espresse da utenti e clienti ispirate alla macrotendenza esistente in materia. Paroc è un'azienda responsabile, che viene incontro alle esigenze della generazione attuale tenendo conto di quelle delle generazioni future. La sostenibilità è al centro dell'organizzazione delle nostre attività operative. Con le nostre soluzioni per l'isolamento, offriamo un sistema per risparmiare energia. Andiamo estremamente fieri del contributo alla sostenibilità che scaturisce dal centro dell'attività industriale di Paroc.

Quando ci occupiamo di case passive e soluzioni ad elevata efficienza energetica possiamo rivendicare con orgoglio il nostro ruolo pionieristico nei concetti dell'abitazione a basso consumo energetico e nelle soluzioni d'avanguardia per l'ammodernamento energetico a costi ottimali, oltre che nelle soluzioni strutturali. Lo sviluppo di questi concetti in seno al programma ENERGYWISE è costante dagli anni '90.

Realizziamo materiali in lana di roccia per applicazioni mirate a garantire l'isolamento. La roccia, elemento costitutivo dei nostri prodotti, assicura innumerevoli vantaggi. Innanzitutto, la materia prima è praticamente inesauribile e si trova ovunque in quantità. In secondo luogo, grazie alla propria composizione il prodotto finale è una fibra naturale estremamente durevole. La lana di roccia, infatti, resiste agli attacchi del tempo, del fuoco e dell'acqua.
Forniamo ai nostri clienti prodotti duraturi e sostenibili. Le soluzioni che si avvalgono della lana di roccia sono molto durevoli ed efficienti sotto il profilo energetico. La lana di roccia è costituita per il 98% da roccia, che viene fusa e quindi filata in fibre. Durante il processo di produzione viene aggiunto un legante. Si ottiene così un materiale estremamente durevole che assicura isolamento termico, antincendio e acustico. L'energia impiegata durante la fabbricazione viene compensata più di cento volte nel corso della vita utile del prodotto.

Le conseguenze del ciclo di vita della lana di roccia

La lana di roccia PAROC è una soluzione efficiente ed ecologica per isolare gli edifici che permette anche un risparmio sui costi. Rispetto al risparmio generato dalla lana di roccia PAROC nel corso della propria vita utile, la produzione di questo materiale utilizza soltanto l'1% dell'energia. Come se non bastasse, la lana di roccia PAROC può essere riciclata o smaltita successivamente in tutta sicurezza.

La materia prima della lana di roccia PAROC è costituita per oltre il 95% da

  • La lana di roccia PAROC è realizzata in roccia naturale.
  • La lana di roccia è composta per il ~98% di aria e per il ~2 % di fibre di roccia.
  • Alcuni studi dimostrano che la lana di roccia PAROC risponde ai requisiti più severi in materia di emissioni negli ambienti chiusi.
  • La roccia è inoltre descritta come una risorsa naturale inesauribile: si prevede che questo materiale accompagni l'umanità per tutta la sua esistenza.

Efficienza energetica

  • Per ogni tonnellata di CO2 generata nel processo produttivo della lana di roccia, in 50 anni si risparmiano circa 200 tonnellate di CO2 grazie alla proprietà di isolamento termico di questo materiale. (Fonte: EURIMA)
  • Migliore isolamento termico = meno energia necessaria = eccezionale risparmio!

Certificazione del sistema di gestione dell'ambiente

  • Paroc ha conseguito la certificazione ISO 1400, che attesta che l'azienda presta attenzione ad aspetti ambientali quali le emissioni nell'atmosfera, la gestione dei rifiuti, l'impiego di risorse naturali e l'efficienza energetica, oltre a migliorare costantemente l'impatto ambientale dell'attività produttiva.
 
Linea produttiva 

Un bilancio energetico assolutamente positivo

  • I prodotti in lana di roccia consentono un risparmio di energia di gran lunga superiore a quella necessaria.
  • La produzione della lana di roccia, infatti, richiede soltanto la metà dell'energia occorrente per realizzare altri tipi di isolanti (cellulosa, lino).
  • La bilancia energetica diventa positiva già pochi mesi dopo l'installazione. (Fonte: Force Technology/ dk-Teknik)

Riciclaggio dei rifiuti

  • Il materiale di scarto generato dal taglio dei pannelli in produzione viene utilizzato come materia prima per nuovi prodotti in lana di roccia, riducendo così la quantità di nuova roccia occorrente.

Efficienza nei trasporti

  • L'elevato rapporto volumetrico di compressione della lana di roccia permette di confezionare i prodotti a bassa densità fino a metà del proprio volume nominale.
  • → Sono necessari meno autocarri!
  • Sebbene il traffico e i trasporti incidano sull'ambiente, occorre comunque provvedere al trasporto dei materiali. Le distanze interessate non sono eccessive, poiché i nostri stabilimenti sono ubicati in posizione centrale nei pressi delle aree di mercato.
  • L'obiettivo è ridurre al minimo inutili spostamenti a vuoto, facendo sempre viaggiare i veicoli carichi.
  • Si notano già i primi chiari risultati positivi in termini di efficienza: i veicoli adibiti al trasporto viaggiano carichi all'incirca per l'80% delle distanze percorse.
 
 Bilico per il trasporto

Rifiuti plastici

  • Paroc sostiene e contribuisce da tempo all'aumento graduale del sistema di raccolta della plastica in diversi Paesi. 
  • La maggior parte dei Paesi è attualmente dotata di sistemi per la raccolta di rifiuti plastici.
  • In alcuni dei propri stabilimenti Paroc accetta anche il reso dei rifiuti plastici.
 
Logo PE-LD 

Riciclaggio dei pallet

  • La maggioranza dei pallet oggi utilizzati da Paroc appartiene al tipo cosiddetto monouso.
    → I vecchi pallet in legno possono essere utilizzati come fonte di energia, ad esempio nelle abitazioni private oppure nelle centrali elettriche.
  • Specifici pallet che si trovano in buone condizioni possono essere resi allo stabilimento più vicino.
Bancale paroc 

I pallet per l'isolamento

  • In Svezia Paroc utilizza pallet in lana di roccia per i prodotti per tetti.
  • Dopo il trasporto, i pallet in lana di roccia possono essere impiegati per realizzare l'isolamento del tetto →Si ottiene così un drastico taglio dei rifiuti!

Riutilizzo dei rifiuti

  • Durante l'installazione il volume utilizzato che si trasforma in rifiuti arriva fino al 5%.
  • Consigliamo l'impiego della dimensione ottimale dei prodotti disponibili.
  • I rifiuti dovrebbero essere utilizzati laddove sono generati così da evitare trasporti inutili.
  • I rifiuti generati dal taglio della lana di roccia possono essere impiegati per l'isolamento dei solai insieme alla lana da insufflaggio.

Reso dei rifiuti allo stabilimento

  • L'industria degli edifici prefabbricati genera qualcosa come il 5% di rifiuti di lana di roccia nel corso del processo.
  • Paroc è in grado di gestire i rifiuti puliti dei clienti in tutti i cantieri. L'alternativa è l'invio dei rifiuti a imprese che si occupano di lana da insufflaggio
A basso impatto ambientale 

Realizzazione di lana da insufflaggio

  • I rifiuti possono essere lavorati con una speciale macchina trinciatrice che ne consente il riutilizzo, magari come isolamento per tetti.
A basso impatto ambientale 

Demolizione: riutilizzo di materiali usati

  • La lana di roccia usata si presta al riutilizzo come materiale per l'isolamento termico in nuovi cantieri, purché possa essere estratta intatta dall'installazione precedente.
  • La lana di roccia recuperata nei cantieri di demolizione può anche essere macinata per essere impiegata come isolante antigelo in strutture per terreni con carichi leggeri (con autorizzazione).
  • La lana di roccia Paroc può essere utilizzata in tutta sicurezza come struttura per discariche e terreni.

Collegamento >>

www.eurima.org