Occupanti

Effetto degli occupanti sull'efficienza energetica totale

In un edificio, efficienza energetica non equivale a basso consumo di energia. Anche in un edificio passivo un utente può consumare quantità eccessive di energia, sia consapevolmente, sia, come nella maggior parte dei casi, senza rendersene conto. Per questo è importante dotare gli edifici a efficienza energetica di sistemi di controllo con adeguate interfacce utente. Se una spia rossa si accende nel contatore della cucina ogni volta che la temperatura supera il livello prestabilito o la corrente assorbita oltrepassa il valore limite, diventa facile per l'utente intervenire con le opportune regolazioni.
La sufficienza energetica è l'altra faccia della medaglia. Per quanto un edificio possa essere efficiente sotto il profilo energetico, se le sue dimensioni superano le esigenze degli utenti, si ha uno spreco di energia.

Esistono vari modi per risparmiare energia quando si costruisce un'abitazione privata. Seguendo queste istruzioni è possibile ridurre in modo sostanziale il consumo di energia.
  • Scegliere apparecchi sanitari che limitano il consumo di acqua.
  • Installare una doccia al posto della vasca da bagno.
  • Utilizzare docce e rubinetti con rompigetto per il risparmio idrico.
  • Utilizzare uno scaldabagno elettrico.
  • Se si ha intenzione di costruire un caminetto in muratura, renderlo idoneo anche per la cottura dei cibi. In questo modo è possibile riscaldare e cucinare utilizzando la stessa energia.
  • Costruire la sauna e la lavanderia in mattoni. Il calore sprigionato dalla sauna e accumulato nei mattoni fornisce un contributo al sistema di riscaldamento centralizzato. I mattoni possiedono migliori proprietà anche per quanto riguarda l'umidità.
  • Assicurarsi che le tubazioni e le condotte dell'aria siano isolate in modo adeguato.
  • Mantenere la temperatura interna tra 20 e 21 gradi Celsius e la temperatura delle camere da letto tra 18 e 20 gradi Celsius. Ad ogni variazione di un grado della temperatura corrisponde una variazione del 5% di consumo energetico.
  • Sostituire le lampadine tradizionali con luci a risparmio energetico.
  • Nella scelta degli elettrodomestici orientarsi sui modelli alta efficienza energetica.
  • Assicurarsi che tutti i rubinetti siano ben chiusi e non gocciolino.
  • Un isolamento aggiuntivo nel solaio si rivela spesso un sistema economico per risparmiare energia.
  • Aggiungere materiale isolante attorno a porte e finestre.
  • Pulire regolarmente la caldaia per evitare la formazione di uno strato isolante. La caldaia dovrebbe avere sempre un isolamento aggiuntivo.
  • Pulire regolarmente lo scambiatore di calore per ottenere prestazioni ottimali.

Le correnti d'aria possono essere evitate facendo in modo che l'abitazione sia adeguatamente isolata e che gli elementi costruttivi siano saldamente congiunti.

Un livello di ventilazione idoneo può essere ottenuto mediante un impianto a funzionamento continuo dotato di funzione di recupero del calore. Una bocchetta dovrebbe essere collocata in ogni stanza, e l'aria dovrebbe essere prelevata da zone esterne non contaminate da odori sgradevoli. La climatizzazione con funzione di recupero del calore sfrutta e riscalda l'aria di rinnovo prelevata dall'esterno, per far sì che il clima interno sia sempre gradevolmente caldo anche in inverno.

In linea teorica, l'umidità interna dovrebbe attestarsi sul 40%. La ventilazione concorre all'eliminazione dell'eccessiva umidità negli ambienti chiusi. Tuttavia, rendendo le superfici interne dell'edificio il più possibile impermeabili al vapore, si impedisce l'accumulo di umidità all'interno delle strutture e si riduce il fabbisogno di aria condizionata. Durante la stagione invernale, quando l'aria esterna è estremamente asciutta, l'umidità interna può facilmente scendere al di sotto del 40%